LSST - Large Synoptic Survey Telescope

Sito: Cerro Pachòn - Cile
Stato: in costruzione
Attività:
Detail Design, Manufacturing, Pre-Assembly in Europe, Packing &Transport, Erection on Site, Commissioning and Testing activities

Data: 2014-2022

Cliente: NSF-AURA

Categoria: astronomy

Credits: EIE GROUP/ AURA

Large Synoptic Survey Telescope

In generale:

LSST (Large Synoptic Survey Telescope) è un progetto che nasce dalla collaborazione fra enti pubblici e privati americani, fra cui la National Science Foundation (NSF), il Department of Energy del Governo Americano e l’Association Of Universities For Research In Astronomy (AURA), mentre la LSST Corporation, associazione non-profit, è stata istituita per creare nuove partnership industriali e scientifiche.

LSST sarà un telescopio ottico per survey ad ampio campo (9.6 gradi quadrati), con uno specchio primario monolitico di 8.4m di diametro e una fotocamera da 3.2 Gigapixel, posizionata direttamente sotto lo specchio secondario. LSST avrà un’area collettiva di circa 40m quadri e sarà in grado fotografare, e dunque osservare, l’intera volta celeste ogni 3 notti di osservazione, riuscendo così a catturare i cambiamenti che avvengono nell’Universo. Nell’arco di 10 anni, i dati raccolti e comparati, consentiranno la creazione di una mappa 3D dell’Universo con dettagli senza precedenti. Grazie alla potente camera di cui sarà dotato, LSST fornirà immagini time lapse digitali ad altissima risoluzione e gli scienziati di tutto il mondo potranno utilizzare questa mappa per studiare la Materia Oscura e le proprietà dell’Energia Oscura; si potranno catalogare in dettaglio gli oggetti del nostro Sistema Solare, esplorare l’Universo più profondo e mappare la Via Lattea.
Si calcola che grazie a LSST sarà possibile raccogliere in un unico database, dati e immagini relativi a 20 miliardi di Galassie e altrettante Stelle, rendendo disponibili al pubblico dati relativi a più di 40 miliardi di oggetti celesti.

Il progetto è ora entrato nella sua piena fase di costruzione e si conta potrà iniziare a fare scienza a partire dal 2022.

Caratteristiche del Rotating Enclosure di LSST:
Nel corso del 2014 EIE ha partecipato al bando di gara per la progettazione e la costruzione del Rotating Enclosure di LSST, acquisendone il contratto lo scorso Maggio 2015.
L’edificio che alloggerà il telescopio LSST, è stato progettato per assicurare la massima protezione del telescopio dagli agenti atmosferici, dai forti venti del deserto e dalla polvere.

Il Dome dovrà inoltre avere le seguenti caratteristiche:
• garantire la massima esposizione del telescopio durante le osservazioni;
• dovrà essere provvisto di light/wind screen per minimizzare gli effetti della luce e del vento all’interno dell’edificio,
• essere dotato di un sistema di ventilazione e deflusso dell’aria durante le operazioni di osservazione notturna così da minimizzare possibili variazioni termiche che possono compromettere la qualità delle immagini;
• facilitare le attività di maintenance per Dome e Telescopio;
• essere dotato di sistemi di controllo termico
• essere protetto dalla luce esterna per facilitare le attività di test e calibrazione del sistema ottico del telescopio.

Il Dome nel quale alloggerà LSST sarà costituito da una base di forma circolare alta circa 17m ( telescope pier o lower enclosure), con un diametro di ca 30m. Sopra a questa struttura verrà costruito il Rotating Dome vero e proprio, che avrà un’altezza di ca 27m e una geometria che ricorderà vagamente quella dei 4 VLT. Esso inoltre, ruoterà indipendentemente dalla rotazione del telescopio (non-co-rotating), questo per la scelta di avere un sistema ottico compatto a tre specchi, che faciliterà le operazioni di maintenance, di calibrazione e di controllo termico.

La Scienza con LSST:
Già nei primi mesi di osservazioni, LSST sarà in grado di restituirci più Universo di quanto se ne sia potuto osservare finora, anche coi più grandi ed avanzati telescopi ground-based.
Grazie alla potentissima camera di cui sarà dotato, fotograferà velocemente e ripetutamente ampie zone di cielo e fornirà alla comunità scientifica un’immensità di dati che una volta rielaborati costituiranno una mappa 3D dell’Universo come mai in precedenza.
LSST studierà quattro filoni di scienza principali:

L’Universo più profondo: Materia Oscura ed Energia Oscura;
Osserverà i fenomeni luminosi transitori;
Osserverà in dettaglio il Sistema Solare: quello più profondo e gli oggetti orbitanti vicino la Terra.
Mapperà la Via Lattea e cercherà di rispondere a domande che riguardano la storia e l’evoluzione della sua Struttura e quali sono le proprietà fondamentali delle stelle che ruotano attorno al sole.

Link alla pagina web di LSST

http://www.lsst.org/lsst/